web analytics
Listino:  
  • Recherche

Corvette Stingray, ufficiale! 

2014-chevrolet-corvette-stingray-photo-496697-s-1280x782

L’attesa è finita. Avete davanti a voi la nuova Corvette di settima generazione. Adesso Corvette ha spostato l’asticella così in alto che ha deciso di dedicarle il nome « Stingray », introdotto per la prima volta sulla Corvette di seconda generazione del 1962.

E’ la Corvette standard più potente di sempre. Con una potenza di 450 cv erogati dal suo nuovo V8 LT1, è in grado di sorpassare la C6 e la Grand Sport in termini di performances e non solo con il suo 0-100 in meno di 4 secondi. La nuova americana esercita una forza che arriva fino a 1G in curva e la sua frenata da 100 a 0 km/h è persino più efficace rispetto ad una ZO6.

La nuova aerodinamica la rende più efficiente non solo a livello di consumi ma anche per quanto riguarda la tenuta stradale. Non per niente i dirigenti l’hanno descritta come la Corvette più efficiente di sempre.

La nuova Corvette è dotata di un cambio manuale TREMEC a sette marce con l’Active Rev Matching, un dispositivo che assicura cambiate perfette quando si passa da un rapporto all’altro, sia in scalata che quando si innesta un rapporto superiore. E’ disponibile anche la trasmissione automatica con palette al volante a sei rapporti che è stata ottimizzata appositamente per la nuova Stingray. Entrambe le tramissioni utilizzano l’Active Fuel Management (AFM), una novità per un cambio manuale. E per gli amanti del cambio automatico, è anche disponibile la funzione Launch Control.

Come optional c’è il Z51 Performance Package che comprende il differenziale elettronico a slittamento limitato (eLSD), sistema di asciugatura nella coppa dell’olio, impianto frenante più prestazionale, raffreddamento del differenziale e della trasmissione e un pacchetto aerodinamico per migliorare le prestazioni ad alte velocità.

Sulla nuova Stingray sono disponibili due nuovi sistemi di scarico attivi. I quattro tubi di scarico hanno una apertura di 2.75″ di diametro rispetto ai 2.5″ della C6. Entrambi gli scarichi hanno una valvola a farfalla che si apre per migliorare sia le prestazioni che il sound. Il sistema di scarico standard presenta un miglioramento del flusso dell’aria pari a 13% mentre il miglioramento su quello opzionale dual-mode è pari a 27%.

La nuova Corvette è dotata di serie di un impianto frenante Brembo e di cerchi in lega da 18″ e 19″, per l’anteriore e il posteriore, ricoperti da pneumatici Michelin Pilot Super Sport run on flat. Sia i freni che gli pneumatici subiscono un aggiornamento qualora si dovesse optare per il Z51 Performance Package opzionale.

Nell’abitacolo si trovano degli interni completamente artigianali e high-tech. La cabina di guida è ispirata agli aerei da caccia e presenta sedili in pelle Nappa con inserti in fibra di carbonio e alluminio. Siamo ormai lontani anni luci dai tanto criticati sedili della C6. I clienti potranno scegliere tra due tipologie di sedili: Touring e Competition.

Le tecnologie di guida per il conducente comprendono il Drive Mode Selector configurabile in cinque posizioni in grado di ottimizzare dodici impostazioni diverse per le condizioni di guida in cinque configurazioni: Weather, Eco, Tour, Sport e Track. Lo schermo ad alta definizione 720p da 8″ e l’head up display consentono al conducente di dargli informazioni dettagliate sui tempi in pista, sui consumi attuali e così via.

Un sistema di infotainment avanzato mostra il Chevrolet MyLink e l’impianto audio di alta qualità che possono riprodurre le vostre canzoni preferite attraverso 10 altoparlanti che includono una cassa per i bassi e due subwoofers. Nel bel mezzo della consolle centrale si trova una porta USB, un’uscita per il jack audio e uno spazio per una scheda SD. Arrivare a destinazione non sarà più un problema grazie al nuovo navigatore satellitare 3D OnStar.

Anche l’esperienza di guida è stata migliorata grazie ad un diametro di sterzata delle ruote di 360mm che rende l’intera auto più compatta e pronta. Il sistema di sterzata è ora cinque volte più rigido per avere un feeling più diretto.

La Corvette Stingray 2014 è una Corvette rivoluzionaria con solo due parti riprese dalla precedente generazione. Presenta un telaio in alluminio del tutto nuovo con una struttura più rigida del 57% e più leggera di 50 kg rispetto a quella in acciaio. Il tetto ha una rigidezza maggiore del 60% rispetto alla C6 ZO6. Invece di avere la struttura idroformata della C6, il telaio della Stingray presenta cinque segmenti di alluminio diversi per garantire una rigidità strutturale più importante.

La parte esterna di questa nuova Corvette presenta una carrozzeria più audace rispetto alle generazioni precedenti ma rimane ancora fedele alle idee che fanno di una Corvette una Corvette. Nati nella galleria del vento e sviluppati grazie all’esperienza acquisita nel programma Corvette Racing, i nuovi elementi aerodinamici del frontale aiutano a mantenere l’auto il più stabile possibile con una aderenza posteriore ottimale anche in guida più sportiva.

Tutte le Corvette una nuova griglia frontale e un radiatore in grado di catturare aria fresca in gran quantità. Le aerazioni poste sul cofano motore riducono la portanza anteriore mentre il paraurti frontale con i suoi sfoghi d’aria riduce la resistenza aerodinamica. Una delle caratteristiche più interessanti sono le ventole di raffreddamento funzionali che vengono con l’automatico o con il Z51 Performance Package che incanalano l’aria all’interno del telaio per raffreddare il fluido della trasmissione e il differenziale autobloccante elettronico. L’aria viene poi espulsa nella parte posteriore della Stingray attraverso delle aperture che si trovano nei fari posteriori lungo la parte posteriore.

La maggior illuminazione è uno degli elementi fondamentali che compongono questa nuova Corvette. Nella parte frontale troviamo nuove luci diurne a LED bianche che si trovano ora in un nuovo alloggiamento orientato più alla verticale rispetto alla C6.

L’aspetto forse più controverso della nuova Stingray è la parte che riguarda i fari posteriori. Non troviamo più i fari tradizionali di forma circolare: al loro posto ci sono gruppi ottici posteriori a doppio elemento che proiettano la loro luce interna contro un riflettore per creare un bagliore che conferisce all’auto un aspetto notturno a differenza di altre vetture. Come detto precedentemente, questi sono funzionali visto che l’aria del differenziale e della trasmissione viene rilasciata attraverso di essi.

« Stingray è uno dei nomi più sacri della storia automobilistica », ha affermato Ed Wlburn, vice presidente del design di General Motors. « Sapevamo sin dall’inizio che non avremmo potuto utilizzare quest’appellativo se la nuova vettura non fosse stata all’altezza della sua eredità. Il risultato è una nuova Corvette Stingray che rompe con la tradizione, pur rimanendo immediatamente riconoscibile come una Corvette che tutti conosciamo. »

« Crediamo che la Corvette rappresenti il futuro delle auto sportive moderne perché offre più potenza, eccitazione di guida ed efficienza nei consumi », ha continuato Tadge Juechter, ingegnere capo della Corvette. « Il risultato è una migliore performance in ogni campo. La Corvette 2014 offre la più veloce accelerazione e le migliori prestazioni di frenata. »

« La nuova Corvette Stingray rappresenta veramente tre auto in una: offre il comfort e la funzionalità di una comoda GT, la connessione e infotainment di un’auto di tutti i giorni e l’accelerazione, aderenza e frenata di una vettura da pista, » ha poi concluso Harlan Charles, product manager di Corvette.

Eccola qui la nuova Stingray! Soddisfatti di questa nuova americana tutta fuoco e fiamme? Vogliamo avere vostri pareri.

Tu as aimé cet article? Tu pourrais aussi aimer…

Ajoute un commentaire