web analytics
Listino:  
  • Recherche:

La BMW M5 2018 è una vera M…eraviglia! 

Con uno 0-100 in 3,4 secondi e 750 Nm di coppia, la BMW M5 2018 è la Serie 5 più potente mai uscita dalla fabbrica Motorsport

bmw-m5-2018-10

E’ in qualche modo l’effetto domino. Dopo che i modelli BMW M si sono convertiti progressivamente alla sovralimentazione per abbassare le emissioni di CO2, ecco che la sesta generazione della M5 si vede costretta a passare alla trazione integrale per assorbire la valanga di coppia (750 Nm) sviluppati dal suo V8 biturbo. E per lo stesso motivo, via anche il cambio a doppia frizione: ecco che arriva il convertitore di coppia.

M xDrive per la M5

bmw-m5-2018-07

Tra l’altro, è interessante constatare che, poiché le stesse cause producono gli stessi effetti, assistiamo ad una convergenza tecnica tra BMW e Mercedes per i loro modelli più spinti. Partendo da opzioni tecniche diametralmente opposte, i due costruttori si raggiungono logicamente a metà strada. La BMW M5 rinuncia al purismo della trazione posteriore per eccellere in efficacia e in stabilità su terreni più scivolosi adottando la trasmissione M xDrive che utilizza, come tutte le BMW, una frizione multi disco per modulare, tra 0 e 50%, la coppia inviata alle ruote anteriori.

Modalità Drift, come la Mercedes-AMG E 63 S

bmw-m5-2018-03

Qualche mese fa, Mercedes-AMG aveva lasciato da parte il differenziale centrale della sua trasmissione 4MATIC per una frizione per dotare la E 63 S di una modalità drift e renderla quindi più divertente da guidare rispetto ad una BMW. Audi invece è più tradizionale con le sue trasmissioni Quattro delle sue varianti più potenti che conservano un differenziale centrale e inviano sempre parte della coppia all’anteriore. Ma è pur vero che l’architettura di queste Audi è leggermente diversa e che le loro meccaniche più avanzate che determinano una ripartizione delle masse più favorevoli all’anteriore può giustificare questa specificità.

Da 339 a 750 Nm in 30 anni

bmw-m5-2018-19

L’evoluzione della M5 sin dalla sua prima generazione del 1984 è spettacolare. In 33 anni, la grande tedesca stradale è passata da un 3,5 litri da 339 Nm e 286 CV alle sole ruote posteriori con cambio manuale a 5 rapporti ad un V8 biturbo da 600 CV e 750 Nm con trazione integrale e cambio a 8 marce. Risultato, lo 0-100 in 6,5 secondi della vecchietta pare ridicolo se confrontato con i 3,4 secondi che impiega la giovincella. Invece la velocità massima rimane limitata a 250 orari (sebbene possa essere sbloccata a 305 km/h optando per il pacchetto M Driver).

Integrale, ma anche più leggera!

bmw-m5-2018-11

Senza ancora anticipare la cifra, il marchio bavarese sostiene che la M5 2018 è più leggera rispetto alla precedente generazione nonostante la trazione quattro per quattro, tra l’altro grazie all’utilizzo esteso della plastica rinforzata con fibra di carbonio e un cofano motore in alluminio. Per andare oltre e alleggerire questa nuova M5 di altri 23 kg, dovrai optare per freni a dischi ultraleggeri in carboceramica (optional, ovviamente: che credevi!).

Prezzo

bmw-m5-2018-09

Ti abbiamo convinto a staccare l’assegno? Preparati perché BMW accetta gli ordini a partire da settembre e le consegne per la nuova M5 partiranno dalla primavera 2018. Ora la nota dolente: 126.500 euro.



Ajoute un commentaire