web analytics
Listino:  
  • Recherche:

Ufficiale: Mercedes-AMG GT Roadster 

Disponibile in versione “standard” e C, più sportiva, la nuova Mercedes-AMG GT Roadster abbina il fascino di una delle più belle sportive moderne al piacere della guida a cielo aperto

Quando la Mercedes-AMG GT (qui l’articolo ufficiale), nel 2014, ha fatto la sua entrata in scena nel panorama delle vetture sportive ha lasciato tutti a bocca aperta: il suo stile così distintivo, dal gusto retrò ma estremamente al passo con i tempi, ha colpito anche il cuore di chi ha gusti difficili in fatto di auto.

Tutto ciò si è ora evoluto con la versione a tetto aperto, appena svelata online in attesa del debutto ufficiale previsto per il Salone di Parigi 2016. La nuova Mercedes-AMG GT Roadster è l’ultima nata dalla collaborazione tra la Casa di Stoccarda ed il suo reparto sportivo di Affalterbach, che hanno nuovamente realizzato un lavoro strabiliante.

La GT a tetto chiuso era stata già progettata in modo che il suo telaio potesse essere adattato per una variante scoperta, quindi la GT Roadster è una sorta di evoluzione naturale del modello. La differenza sostanziale la fa la presenza della capote in tela ripiegabile elettricamente (anche in movimento, fino a 50 km/h) e che può essere scelta in uno tra i seguenti colori: nero, beige e rosso. L’isolamento termico ed acustico è assicurato da un triplo strato di tessuto, mentre la struttura del meccanismo è realizzata in una lega ultraleggera di magnesio, acciaio e alluminio.

Il frontale dell’auto è stato rivisto ed ospita una griglia a listelli verticali, simile a quella montata sulla GT R (qui l’articolo ufficiale), oltre ad una fascia paraurti con prese d’aria dalle dimensioni più generose; nuovo è anche il portellone posteriore, che include il LED del terzo stop e che si raccorda alla perfezione con i gruppi ottici orizzontali della coda.

Ma veniamo ora ai dettagli più “succosi”, quelli relativi alle caratteristiche tecniche. La nuova Mercedes-AMG GT Roadster è disponibile nella versione “standard” e nella più sportiva e inedita C, che offre un look più aggressivo ed un motore più potente. Entrambe sono dotate dell’ormai noto V8 biturbo da 4 litri, ma l’unità eroga 476 CV/630 Nm sulla GT Roadster e 557 CV/680 Nm sulla GT C Roadster; in ogni caso, comunque, la trasmissione abbinata è l’automatico sportivo AMG SPEEDSHIFT DCT a sette rapporti e doppia frizione.

La GT Roadster è in grado di garantire uno 0-100 in 4 secondi netti e di arrivare a 302 km/h, mentre la GT C Roadster impiega 3.7 secondi per lo sprint da ferma e tocca i 316 km/h. Consumi? Non saranno certo la prima preoccupazione dei fortunati proprietari, ma i dati dichiarati sono piuttosto interessanti in rapporto alla tipologia di auto: si parla infatti di medie pari a 9.4 l/100 km per la GT Roadster e 11.4 l/100 km per la GT C Roadster. Le emissioni di CO2 si attestano rispettivamente a 219 e 259 g/km.

Ma la motorizzazione non è l’unica cosa che differenzia le due varianti della GT Roadster. A livello estetico, la GT C Roadster si ispira molto alla già citata GT R grazie alla presenza di passaruota allargati e paraurti sportivi; i cerchi sono da 19 pollici all’anteriore e 20 al posteriore (contro il set interamente da 19 della GT Roadster) ed hanno un design specifico, che conferisce un carattere davvero “arrabbiato” alla vettura.

Il paraurti posteriore ospita uno sfogo tra i due elementi dei gruppi ottici e due ulteriori prese d’aria ai lati, la cui larghezza supera i 5 cm: l’impatto scenico è assicurato anche guardando la tedesca “dalle spalle”. Altre differenze le troviamo poi a bordo, dove spiccano interni in pelle Nappa e volante sportivo AMG in pelle scamosciata.

La Mercedes-AMG GT C Roadster gode anche di un allestimento tecnico riservato, che in primis include il sistema di asse posteriore sterzante introdotto con la GT R. La dotazione comprende inoltre le sospensioni AMG Ride Control, impianto frenante con dischi anteriori da ben 390 mm ed una specifica taratura del cambio che prevede una prima marcia più lunga, una settima più corta ed anche un diverso settaggio della modalità Race.

Sulla GT C Roadster la batteria al litio è stata alleggerita ed è stato installato anche il sistema di scarico sportivo AMG Performance con valvole elettroniche, che enfatizzano la voce del V8 o la attenuano quando necessario lavorando in sincronia con l’AMG Drive Select, ovvero il “manettino” che permette di scegliere le varie modalità di guida. In ultimo, ma non per importanza, la GT C Roadster monta alcune componenti in magnesio e alluminio ed un portellone posteriore realizzato in fibra di carbonio dalla fabbrica Mercedes TEC di Sindelfingen: una soluzione, questa, adottata per la prima volta su un’auto di serie.

Entrambe le versioni della GT Roadster, comunque, montano di serie l’Active Air Management, che comanda elettricamente le prese d’aria posizionate nel paraurti anteriore per gestire i flussi al fine di ottimizzare aerodinamica e raffreddamento in base alle esigenze delle diverse situazioni di guida.

Mercedes non ha ancora rilasciato informazioni su prezzi e inizio delle consegne delle sue nuove GT Roadster e GT C Roadster, ma sappiamo che più in là nel 2017 la GT C sarà disponibile anche a tetto chiuso.



Ajoute un commentaire